Informazioni utili Condizionamento e Climatizzazione in abitazioni private

Alcune informazioni che potranno esserti utili prima della posa di un condizionatore.

Come stabilire la posizione ideale, dove fissare lo split del condizionatore d’aria fisso.

Quando installiamo lo split dobbiamo ricordarci assolutamente che il flusso d’aria diretto verso di noi non è positivo per la salute, perciò bisogna scegliere una posizione che eviti di direzionare l’aria condizionata direttamente sul nostro corpo.

Che sia camera da letto, soggiorno o studio, il flusso dell’aria del condizionatore deve assumere sempre una forma di parabola che ricada in una zona che possiamo considerare di passaggio, o che frequentiamo poco.

Per l’installazione dello split è consigliabile non posizionarlo dietro a tende o qualsiasi ostacolo che possa deviare o bloccare il flusso d’aria.

Il vantaggio della tecnologia inverter rispetto a quella on-off in linea generale ed il caso specifico di non convenienza.

L’acquisto di un climatizzatore inverter è consigliato, oltre che per il basso consumo energetico, quando c’è l’esigenza di sfruttare il flusso d’aria più volte al giorno.

Una macchina inverter, infatti, nel giro di poco tempo raggiunge la temperatura desiderata, e sfruttando la sua tecnologia, permette di risparmiare fino al 40% di energia elettrica.

Più sarà il tempo di utilizzo, maggiore sarà il il risparmio energetico ed economico.

Il vantaggio della tecnologia inverter rispetto a quella on-off in linea generale ed il caso specifico di non convenienza

Eventuali anomalie che si possono riscontrare nel climatizzatore, come comportarsi prima di chiamare il tecnico.

Il nostro condizionatore potrebbe presentare dei problemi che, con un po’ di attenzione, potrete risolvere senza fare ricorso all’aiuto di un tecnico:

  • il telecomando non trasmette segnale, il display non è nitido o e spento completamente: probabilmente basta sostituire le batterie;
  • il climatizzatore non funziona: verificare innanzi se la macchina sia accesa e che il cavo di alimentazione sia inserito e che non ci siano interruzioni di corrente;
  • riscaldamento o un raffreddamento non ottimale: verificare la condizione dei filtri, se otturati dalla polvere non permettono uno scambio regolare d’aria diminuendo notevolmente la resa.

Differenze tra un climatizzatore e deumidificatore

Il compito del climatizzatore è quello di creare un clima confortevole in un qualsiasi ambiente chiuso in cui è posizionato, per fare ciò deve tenere controllata l’umidità(deumidificare e umidificare), la temperatura (riscaldare o raffreddare) e  pulire l’aria tramite un sistema di filtraggio.

Un deumidificatore invece serve per eliminare la quantità in eccesso di umidità all’interno di un ambiente chiuso. E se il climatizzatore può gestire la temperatura e la percentuale di umidità presente nell’aria di un ambiente, il deumidificatore no.

Differenze tra un climatizzatore e deumidificatore
Come possiamo aiutarti?

Contattaci per un sopralluogo e per un preventivo gratuito.

Saremo felici di consigliarti sulle possibili soluzioni che fanno al tuo caso.

Consenso(Obbligatorio)
Newsletter
Questo sito è protetto da reCAPTCHA. Si applicano le norme sulla privacy e termini di servizio di Google.
Consenso(Obbligatorio)
Newsletter
Questo sito è protetto da reCAPTCHA. Si applicano le norme sulla privacy e termini di servizio di Google.
Apri la chat
Servizio Assistenza Clienti
Buongiorno, posso aiutarti nella tua ricerca?